Susanna Trossero

scrittrice

Un mondo migliore

Non mi piace questo mondo.

Non mi piace un mondo in cui professionisti che hanno scelto la via della tutela dei minori diventando operatori del settore, assistenti sociali, psicologi, poi si riducono a vendere bambini simulando disagi familiari, dopo averli strappati ai genitori.

Non mi piace un mondo in cui una ragazza che agisce a modo suo portando in porto la sua nave, piuttosto che essere contestata per l’azione illegale viene insultata e minacciata di stupro con ricchezza di dettagli racapriccianti.

Non mi piace un mondo in cui vengono abbandonati centinaia di animali perchè è arrivata l’estate e sono uno scomodo impegno. Un mondo in cui altri vengono uccisi e torturati per semplice “piacere” personale.

E non mi piace un mondo in cui i soprusi servono a ottenere più like, i selfie più atroci a vincere la gara a chi è più figo.

Non mi piace un mondo in cui la politica è arma contro i più deboli, il suicidio una soluzione per chi non ha più i soldi per l’affitto.

Ma è questo, anche questo, il mondo in cui vivo. In cui a volte verso lacrime di delusione, di amrezza. Di impotenza.

Però… è anche un mondo in cui sotto la superficie ho conosciuto persone meravigliose, che infondono fiducia quando la fiducia non è di casa. Che progettano abbandonando rimorsi o rimpianti. Che coltivano rapporti e passioni, che arricchiscono chi le incontra, che perseguono la via del rispetto. Per il prossimo, per la vita, per ogni essere vivente. Che conoscono radici, non solo apparenza.

Radici.

E allora, questo mondo mi piace un po’ di più, e mi aiuta a capire che ha ragione James Joyce:

“La vita è come un eco: se non ti piace quello che ti rimanda, devi cambiare il messaggio che invii”.

No Comments »

Un fidanzato in affitto!

Le foto: cambia il modo di scattare quelle “ricordo”, ma resta immutato il desiderio di immortalare momenti o viaggi.

In giro per Roma, vedo tutti impegnati con i selfie ad ogni passo e sotto qualunque monumento, dunque apparentemente sembra che non sia più necessario avere qualcuno che ci scatta una foto.

Eppure, forse non è così e c’è chi si è posto il problema tentando di ovviare ad alcuni inconvenienti.

Mettiamo che non abbiate compagnia durante la vostra vacanza nella capitale;

mettiamo che non vi vada a genio fermare i passanti per chiedere cortesemente di scattarvi una foto (magari correndo il rischio che scappino con il vostro telefono cellulare nuovo di zecca!);

mettiamo che i selfie non vi vengano poi così bene;

mettiamo che vogliate far impazzire d’invidia colleghi e amici al ritorno dalla suddetta vacanza romana (durante la quale vorreste postare non banalissime foto ma scatti d’autore)…

Che fare?

Qualcuno si è inventato “Instaboyfriend Rome private tour”: un pacchetto turistico al momento destinato solo alle donne single, le quali affittano “compagnia” allo scopo unico di avere accanto qualcuno che scatti loro delle bellissime foto professionali da condividere nei social. Insomma, questa sorta di “fidanzato/guida turistica” altro non è che un fotografo indispensabile per ottenere molti like (su viaggiamo.it ulteriori informazioni)

Il sito Ilfattoinedito.com così commenta l’iniziativa:

“I fidanzati-fotografi seguono le turiste tra i vicoli di Roma, per consentire a queste di “vivere come una modella per un giorno” ed ottenere immagini da condividere su Instagram”.

Il costo non è esattamente irrisorio, ma l’articolo ci fa sapere che l’ideatore rassicura le vacanziere:

“Roma Experience” sottolinea che ne vale davvero la pena visto che il “fidanzato in affitto” è migliore di un fidanzato vero. L’Insta-boyfriend, infatti, non si lamenta perché ci guadagna, è lì solo per la turista e quindi non si distrae, ma soprattutto è un fotografo professionista che non farà arrabbiare la “fidanzata” a causa di qualche scatto poco riuscito”.

Che dire… a me pare piuttosto bizzarro, per usare un eufemismo, ma a quanto pare oramai neppure uno scatto con alle spalle il Colosseo può essere lasciato al caso: che nessuno ne mostri uno più bello del nostro o perderemo punti preziosi! E i fidanzati veri? Se li avete, lasciateli a casa: sono oramai fuori moda.

No Comments »